Visualizzazioni totali

05/04/12

PAN DI RAMERINO

Il Pane di Ramerino è il tipico pane della Quaresima che un tempo veniva preparato per Giovedì Santo. Di origine medioevale, un tempo era semplicemente un pane più saporito del solito in quanto veniva aggiunto all’impasto del ramerino macinato quindi mescolato all’olio di oliva!”


Curiosità: in toscano ramerino significa rosmarino. Questo pane nelle campagne era ritenuto un pane di devozione e, durante la Quaresima, veniva preparato con grandissima cura secondo un rituale ben preciso dove ogni ingrediente aveva il suo esatto significato simbolico. Nello specifico il rosmarino è simbolo dell’immortalità e dell’amore eterno.

Una leggenda narra che mentre la Madonna fuggiva in Egitto, il mantello le scivolò su una pianta di rosmarino. Da quel giorno i fiori della pianta da bianchi divennero azzurri

Premesso che a firenze di solito si compra dal fornaio ecco la RICETTA CHE HO TROVATO SUL WEB:
INGREDIENTI


• 500 gr farina bianca tipo "0"

• 30 gr lievito di birra

• 100 gr zucchero

• 150 gr uva sultanina

• due rametti di ramerino

• sale, olio d’oliva

1. Sciogliere il lievito di birra in poca acqua e versarlo al centro dalla farina disposta a fontana. Aggiungere acqua tiepida quanto basta a fare un impasto piuttosto consistente. Infarinarlo leggermente, sistemarlo in un contenitore e lasciarlo lievitare, coperto con un panno e in luogo tiepido, per circa un’ora.

2. Nel frattempo, far scaldare quattro cucchiai d’olio con un rametto di ramerino fresco, e lo zibibbo non ammollato. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.

3. Trascorso il tempo della prima lievitazione, riprendere l’impasto e lavorarlo bene. Eliminare il rametto di ramerino e unire alla pasta l’olio e lo zibibbo, insieme allo zucchero, a qualche foglia di ramerino fresco tritata e un pizzico di sale. Lavorare ancora e dividere l’impasto in tante pagnottelle, che dovranno lievitare ancora un’ora al coperto e al caldo.

4. Praticare su ogni pagnotta quattro tagli a griglia, e spennellare con poco olio (usando un rametto di rosmarino) e cuocere in forno ben caldo (200°C) per circa 40 minuti o fino a quando la superficie sarà dorata e croccante.

8 commenti:

Barby1975 ha detto...

sembra buono questo pane :))
Fiore pensavo ci dassi anche la ricetta ;))
un baciotto

gloria. ha detto...

mi dispiace per il tuo cucciolone......baci.glo

Barby1975 ha detto...

grazieeee il pane è in forno che lievita :))) speriamo riesca ;)

Marm ha detto...

Non ho speranze di assaggiarlo se [ un pane tipico della quaresima. I dolci a pasta lievitata non mi riescono e li evito accuratamente. Ti ringrazio comunque tantissimo per la ricetta e per la leggenda, Un bacione. Dona

Laura ha detto...

mmmm buono deve essere fiore...
approfitto del blog per mandare gli auguri di buona pasqua visto che hotmail mi cra un mucchio di problemi e non risco da giorni a scrivervi una mail...
Buona Pasqua e a prestissimo!!!!

Debora ha detto...

Da fiorentina DOC adoro il pan di ramerino! Da piccola in estate la nonna me lo dava a colazione :D

Debora ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Creativitalità ha detto...

Ciao Fiore,
che buono che è il pan di ramerino! Io l'ho assaggiato la prima volta a Firenze e ne sono rimasta entusiasta!
Grazie per aver postato la ricetta, magari l'anno prossimo provo a farla.

un pomeriggio al fiume...

complice un tardo pomeriggio che pareva estate abbiamo approfittato per portare la nostra reginetta a fare il bagno nel fiume..A un certo p...

Archivio blog

.

.